Portale di informazione turistica
Assessorato al Turismo e Promozione dell’Immagine
del Comune dell’Aquila

Seguici
Follow Us
GO UP

Chiesa di San Pietro a Coppito

La chiesa di San Pietro a Coppito è stata costruita nel 1257 e presenta oggi l’originaria facciata. Essa è emblema della volontà di nascita ed affermazione della città “nova”. La chiesa è posta in posizione elevata, a coronamento di un’ampia piazzetta immersa nel centro storico dell’Aquila, in una delle zone più caratteristiche e suggestive della città. La scenografia della piazza è completata da una vasca a pianta dodecagonale con fregio di un’aquila, simbolo della città, e fontanile sovrastante. Una gradinata, situata in posizione asimmetrica rispetto alla piazza, porta al piano rialzato, con funzione di sagrato, su cui si staglia la chiesa. I due leoni, collocati ai lati del portale d’ingresso, sono di epoca romana e provengono dagli scavi di Amiternum. I leoni stati portati nella Chiesa nel 1800. La facciata, rivestita in pietra bianca, si presenta divisa orizzontalmente con cornice marcapiano e spartita verticalmente da lesene. Il coronamento orizzontale è costituito di arcatelle cieche a sesto acuto poggiate su elementi zoomorfi. Il portale, ricco di notevoli motivi ornamentali in bassorilievo, è affiancato da due leoni in pietra di epoca romana, probabilmente provenienti dalla antica città di Amiternum di cui il leone era il simbolo, posti a protezione dell’ingresso. Al di sopra del portale si staglia una finestra circolare, un tempo ornata da raggiera ed oggi invetriata. Di particolare interesse è il portale ogivale di stile borgognone posto sul fianco sinistro con la muratura in opus aquilanum e, soprattutto, la torre campanaria a forma ottagonale, del tutto analoga a quella della Basilica di Santa Maria di Collemaggio, con scala a chiocciola all’interno, ricostruita nella seconda metà del XV secolo con l’ausilio di mastri lombardi e comacini. La torre campanaria risalente al 1280 accoglie le nuove campane realizzate nel 2018 dalle storiche fonderie di Agnone del Molise. All’interno si possono ammirare alcuni affreschi e, in particolare, quello nella parete laterale sinistra (rispetto all’altare), che rappresenta la Madonna con il Cristo Morto, ritrovati con il restauro del terremoto.

Con il restauro la Chiesa è tornata alla semplicità originale, risultando bianco e monacale. Il danno ha riguardato il Collasso della porzione sommitale destra in facciata ove si ravvisano evidenti meccanismi di ribaltamento. Defoliazione della sommità del fusto della cella campanaria con conseguente perdita di planarità dell’appoggio e scivolamento a terra. Danni diffusi all’intero corpo di fabbrica.

SCHEDA TECNICA DEL LUOGO

PROPRIETÀ

Curia Arcivescovile dell’Aquila

STAZIONE APPALTANTE

Segretariato Regionale MiBAC per l’Abruzzo (già Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici d’Abruzzo)

FONDI

CIPE 92/2013 (rimodulazione Del. CIPE 135/2012)

FINANZIAMENTO

€ 4.750.000,00

AVVIO DEI LAVORI

Agosto 2014

INFO UTILI

Visite

La chiesa è visitabile all’esterno e con visite guidate in occasione dell’apertura dei cantieri.

Da visitare nei dintorni

X