Portale di informazione turistica
Assessorato al Turismo e Promozione dell’Immagine
del Comune dell’Aquila

Seguici
Follow Us
GO UP

Seguendo il Tratturo Magno

Price
Scroll down

Seguendo il Tratturo Magno

per person

E’ uno dei percorsi del turismo della zona che porta della storia del territorio. Dal centro città si va sul versante sud sulle vestigia del Tratturo Magno, che dall’Aquila conduce a Foggia, e delle tradizioni agricolo-pastorali della piana dello zafferano. In auto, a piedi o in bicicletta questa escursione offre numerose soluzioni per godere delle bellezze all’aria aperta.

Da non perdere

In bici e in falesia

per le attività all’aria aperta la pista ciclabile di Monticchio e la Falesia d’arrampicata all’aperto.

La chiesa di San Gregorio Magno

La splendida chiesa di San Gregorio Magno nell’antico e omonimo borgo di San Gregorio baciato dal sole del Tratturo Magno

Onna

Il paesino di Onna concentrato di ricostruzioni sociali con la Chiesa di San Pietro Apostolo, Casa Onna e la Casa della Cultura.

Onna

La località tristemente nota a causa del terremoto, ma divenuta nel tempo il simbolo rinascita e solidarietà, in particolare da parte del Governo della Repubblica Federale di Germania. L’intervento tedesco per Onna, che idealmente si contrappone al ricordo della strage compiuta dalle truppe naziste nel giugno del ’44, che costò la vita a 18 persone, si è distinto per concretezza con il restauro della Chiesa di San Pietro Apostolo e la creazione di nuovi spazi di aggregazione e confronto alla popolazione: Casa Onna, Onna InfoBox e la Casa della Cultura.

La spiritualità della Chiesa di San Pietro Apostolo

Da sempre il luogo d’aggregazione spirituale e sociale per la comunità del territorio, la Chiesa di San Pietro Apostolo nel maggio del 2016 è tornata nella sua piena funzionalità, simbolo e stimolo per il recupero dell‘intero paese.

Casa Onna

È il luogo di aggregazione nel cuore di Onna, dove si svolge l’attività socio -culturale sia del paese, ma anche dell’Aquila. E’ nata con la Onna-ONLUS che aveva come compiti principali l’aiuto alla popolazione, la vigilanza e lo stimolo delle fasi di ricostruzione del borgo e l’aiuto ad altre popolazioni che si fossero trovate nelle stesse condizioni.

Onna-InfoBox

È un luogo della memoria, ma anche dell’incontro, del confronto, della documentazione di cosa è stato e di cosa potrà essere. Si tratta di una struttura leggera ed ecocompatibile che ospita sofisticate attrezzature multimediali ricche di documentazione facilmente consultabile dal pubblico e dagli addetti ai lavori: una grande parete interattiva e un tavolo virtuale. Il progetto è stato ideato e coordinato da Wittfrida Mitterer, docente dell’Università di Innsbruck e coordinatrice degli interventi ad Onna per conto del governo tedesco.

Casa della Cultura

La Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Abruzzo ha collaborato fattivamente all’allestimento della Casa della Cultura di Onna. La memoria è stata fissata con la mostra I Vestini tra L’Aquila e Onna tremila anni fa, realizzata con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Abruzzo e la Direzione Generale per le Antichità. Con l’archeologia del territorio si va alle sorgenti della tradizione storica, e perciò l’esposizione illustra, nelle sue linee essenziali, la necropoli di Bazzano, specchio della società dei Vestini tra l’VIII ed il I sec. a.C. Si pone così una pietra per la “ricostruzione” di questi territori che non deve essere solo fisica, ma anche culturale, andando a recuperare quell’identità che ha sempre e fortemente caratterizzato le terre d’Abruzzo.

San Gregorio

La frazione sulla strada del Tratturo Magno è una località vivace nonostante i danni avuto del terremoto. Gran parte del paese, infatti, è inagibile ma la comunità si è organizzata creando tra l’altro una delle zone commerciali più fornite dell’aerea proprio a ridosso della SS17. Nel centro del paese svetta, riportata al suo splendore, la Chiesa di San Gregorio Magno il cui restauro è stato finanziato anche dalla Federazione Russa insieme a Palazzo Ardinghelli dell’Aquila.

Da visitare nei dintorni

X