Portale di informazione turistica
Assessorato al Turismo e Promozione dell’Immagine
del Comune dell’Aquila

Seguici
Follow Us
GO UP

Palazzo dell’Emiciclo

Alle spalle della Villa Comunale c’è il complesso di Palazzo dell’Emiciclo, realizzato nel 1888, è nato sulle basi di una chiesa seicentesca poi affiancata da un monastero, il palazzo è opera dell’architetto Carlo Waldis.

Il complesso, oggi sede del Consiglio regionale dell’Abruzzo, prende il nome dall’esedra neoclassica che caratterizza l’ingresso. Si presenta con un ricco portico di stile ionico a forma semicircolare. Il piano superiore, di stile corintio, poggia su una larga terrazza. Ai lati del porticato ci sono due aquile, nel mezzo due bassorilievi: L’Italia e la Storia. Le sculture rappresentano l’Italia che distribuisce ai vincitori le corone che piccoli geni le porgono, e la Storia che scrive sulla tavoletta i fasti che la Fama con la tromba tramanda. Sul corpo di mezzo dell’edificio si eleva un altro piano, il cui cornicione è sorretto da sei cariatidi poste tra finestroni decorati da binati di stile ionico. In due nicchie laterali sono i busti di Bacco e Cerere. Il sopralzo termina con un attico e con lo stemma dell’Aquila, sorretto da festoni e cornucopie.

Sotto al colonnato sono posizionati, in piccole edicole i busti di 16 illustri abruzzesi. Tra questi ci sono Cola dell’Amatrice e San Giovanni da Capestrano.

Il Palazzo è dotato di una sala ipogea di 250 posti destinata a disposizione per convegni e presentazioni.

L’Emiciclo è oggi uno dei luoghi più frequentati della città e deputati a ospitare concerti e eventi sia nei locali interni, sia sul piazzale esterno, quest’ultimo abbellito la sera da spettacolari luci colorate che esaltano il fascino e le architetture del colonnato.

Restituito alla città nel 2018. Con il restauro sono stati riportati alla luce alcuni locali dell’originario complesso del convento oggi adibiti a biblioteca. Sotto al piazzale è stata anche realizzata una grande sala ipogea a disposizione della popolazione. Il lungo lavoro di restauro e messa in sicurezza, realizzato con le tecniche ingegneristiche più avanzate è stato raccontato in un interessante documentario. l’installazione di tutti gli isolatori è terminata; sono stati realizzati i nuovi solai; ai piani superiori è conclusa la disposizione interna delle tramezzature e la schermatura degli impianti tecnologici. All’esterno sono state riparate tutte le lesioni e sono stati eseguiti i nuovi intonaci retinati. Sono state riparate e integrate le cornici superiori del porticato principale. È stato anche ripristinato un colore più scuro rispetto a come si ricorda il palazzo in epoca recente, più rispettoso alla tinta originaria.

INFO UTILI

Aperture

Il Palazzo dell’Emiciclo è visitabile negli orari lavorativi. Dispone comunque di un punto di guardia e info quotidiane.

LA MIA L'AQUILA - I VOSTRI CONTRIBUTI

Da visitare nei dintorni

X